ATHENE NOCTUA progressive rock con contaminazioni melodiche di derivazione jazz

Progressive rock, Mondovì (Cuneo).

ITUNES
Spotify
DEE[1]
AMA[1]
ATHENE_NOCTUA_Glayx
ATHENE NOCTUA, Glayx, 2012

Gli Athene Noctua nascono a fine 2010. L’attitudine e le principali peculiarità della band sono il rock strumentale in continua ricerca ed evoluzione, estraneo a ortodossie e aperto a molteplici espressioni musicali passate e presenti. Se il post-rock degli ultimi 2 decenni e il prog dei seventies rimangono le influenze più evidenti, non mancano richiami krauti, al jazz rock canterburiano, al proto-hard venato di stoner, alla psichedelia a tutto tondo e alle sue svariate concezioni susseguitesi nel tempo. Il viaggio musicale degli Athene non è orientato verso un ideale punto d’equilibrio definitivo, ma vive insieme ai suoi componenti, si nutre delle loro esperienze, ripensamenti, impressioni, passioni.

“Glayx” (2011) è il primo Ep degli Athene Noctua. “Glayx” vuole essere un compagno di viaggio, uno sfondo introspettivo e contemporaneamente comunicativo, socievole, un confortevole “trip” tra passato e presente, tra post rock e prog psichedelico, tra montagne e mare, come la terra da cui proviene.
“Others” (2014) segna un traguardo importante per la band: un album di otto tracce che ben rappresentano le influenze musicali cui aspira il gruppo. Da sonorità più dure a romanticismi post-rock, dal prog settantiano a sperimentalismi elettronici, “Others” vuole fornire un’immagine completa degli Athene anche dal punto di vista della modalità di registrazione, essendo concepito come un vero e proprio “live in studio”. E’ stato registrato completamente in analogico, nel luglio 2013, presso gli Oxygen Studios di Paride Lanciani (Kash, Instrumental Quarter, collaborazioni con Steve Albini).
ITUNES
DEE[1]
Spotify
AMA[1]
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone