VUOTI A RENDERE – il Rock Progressive che racconta

Una miscela di rock progressivo, blues acido, jazz, Bach e atmosfere ansiose che ritroviamo anche nel nuovo EP Supplicium, in uscita nei prossimi giorni.

ITU[1]
AMA[1]
DEE[1]
SPO[1]
QOB[1]

I “Vuoti a Rendere” nascono a Padova nella primavera del 2013. Dopo qualche assestamento la formazione vede Filippo Lazzarin alla chitarra e alla voce, Annalisa Agostini al sassofono tenore, Enrico Mingardo all’organo elettrico e al pianoforte e Marco Sartorati alla batteria.
La musica che ne esce inizialmente è una miscela di rock progressivo, blues acido, jazz, Bach e atmosfere ansiose; il tutto contornato da testi in italiano brevi e incisivi, che raccontano esperienze vissute in prima persona.
Dopo diverse esibizioni live nella zona di Padova iniziano a registrare “Baciati dall’Inganno”, il loro primo album, che esce nel giugno 2015. È un lavoro completamente autoprodotto che tuttavia ha un discreto successo, tanto che vengono iscritti nei Prog Archives internazionali e recensiti da oltreoceano.
Nella primavera del 2015 si aggiudicano il primo premio assoluto del Padova Rock Contest.
Dopo qualche data importante suonano al MEI 2015, ma delusi dall’esperienza voltano pagina ed entrano nuovamente in studio per dare vita al loro secondo lavoro: “Ruggine”, che esce nel maggio 2016.
Annalisa lascia la band durante le riprese del disco. Con l’uscita del sax i pezzi si fanno più pesanti e psichedelici.
Nella primavera del 2016 firmano per l’etichetta indipendente Vivamusic, satellite di Areasonica Records.
Tutte le produzioni studio sono state prodotte da Filippo Lazzarin, che ha eseguito i lavori dalla ripresa al master.

Supplicium

FRONTE bustina cartoncino300

Ruggine

Ruggine-COVER300
vuoti-a-rendere
stage

RECENSIONI

ITU[1]
AMA[1]
DEE[1]
SPO[1]
QOB[1]

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone